SPENTA di Cristiana Conti

CRISTIANA CONTI

ceraCandelaGrande

 

Mi spensi come una candela

non di soffio unico deciso

ma lento e costante

Il mio bagliore tremolante avrebbe

retto anche il vento

Ma in quel buio rachiusa tra le pareti

mi spensi sciolta confusamente

sul tavolino del tuo pasto

Consumata da quel buio senza

ossigeno rimasta

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...